Risposta a “Una botta d’aria fredda”

In merito all’intervento di Giovanni Carghini “Una botta di aria fredda”, sentiamo la necessità di prendere posizione.

Consideriamo questa uscita un attacco scomposto ed arrogante che non solo non aiuta il dialogo ma nemmeno la coesistenza pacifica fra le diverse sensibilità all’interno della giovanile.

Un intervento da cui prendiamo una distanza netta e decisa perché serve solo ad allontanare i giovani dagli altri giovani.

Noi sosteniamo con convinzione e forza il nostro segretario Lorena Fonti nel contenuto del suo intervento personale e riteniamo grave ed indegna da parte di Giovanni questa autocelebrazione di sé come “parte più dinamica del partito” che ha il solo scopo di delegittimare i ragazzi della giovanile che hanno scelto di sostenere candidati del partito democratico diversi da Nando Fabbri e che peraltro hanno ricevuto decisamente maggiore consenso.

Un’altra cosa che ci lascia stupiti (per usare un eufemismo) è la critica rivolta al segretario Emma Petitti da parte di un iscritto in un altro comune. Non esiste certo il reato di opinione ma pare quantomeno anomalo questo gesto. Sicuramente è cosa poco apprezzabile.

Non possiamo più accettare una situazione dove chi non appartiene ad una determinata cerchia viene attaccato e ridicolizzato. E’ in questo modo che vogliamo attuare la coesione sociale che spesso viene sbandierata da una certa parte solo come vuoto slogan? Poiché nei fatti, nel concreto dei nostri rapporti, di questa voglia di coesione non se ne vede la minima traccia.

Ognuno deve essere legittimato nelle sue diverse considerazioni e non sbeffeggiato con interventi o gesti al limite del tollerabile. Siamo nello stesso partito e non sono accettabili atteggiamenti che contrastano con la dovuta solidarietà che ci deve essere fra gli appartenenti ad una stessa organizzazione.

Condanniamo questo senso di prevaricazione nei confronti degli altri ragazzi e per questo invitiamo Giovanni ad una maggiore attenzione e soprattutto ad un maggiore rispetto nei confronti sia del segretario comunale che dei suoi compagni nella giovanile.

Meno sarcasmo e più umiltà, perché criticare è legittimo, provocare è offensivo.

Vincenzo Sciusco, Federico Berlini, Niccolò Verdolini, Alice Celli, Martina Benvenuti, Mattia Morolli, Luca Rossi

Annunci

5 pensieri su “Risposta a “Una botta d’aria fredda”

  1. E’ fin troppo facile per me, e vi chiedo scusa se sono un po’ sgradevole, dire che quando tempo fa mi riferivo al fratricidio intendevo proprio questo: la frattura che si è creata per le primarie all’interno della vostra organizzazione è la dimostrazione dell’incapacità nostra di “uccidere” i nostri padri e, invece, la fin troppa facilità con cui perdiamo tempo a “ucciderci” fra di noi per fare piacere ai nostri padri. La dimostrazione che la classe dirigente dei 50enni e 60enni nel nostro Paese ha fallito ormai è evidente: abbiamo i ragazzi che scendono in piazza per chiedere un paese migliore e un futuro certo e il nostro Partito, che ormai si salva solo perchè l’eutanasia in Italia è reato, cosa fa? Propone un’alleanza strategica con Fini Casini e Rutelli. Non dà risposte, non propone idee, no: cerca di sopravvivere e di galleggiare. Vi lascio due suggerimenti. Il primo è quello di andare a vedere il film LA BELLEZZA DEL SOMARO, dove quanto dico viene raccontato in maniera efficace e divertente dagli stessi cinquantenni. Il secondo è quello di organizzare un bel dibattito, come siete stati bravi e capaci in passato di fare, dove mettere a confronto le due generazioni, i cinquantenni e i ventenni, e farli discutere fra loro. Buon lavoro e grazie ancora per l’ospitalità

  2. mah,premetto che posso sbagliarmi su qualsiasi cosa scrivo,ma leggendo i giornali,che ha fatto gnassi?si è mai preso la briga di spiegare il piano strutturale oggetto di tante discussioni?si è mai preoccupato di smontare con dati inoppugnabili certe critiche?ha mai detto nulla sull’evasione contributiva degli hotel cui i giovani come giovanni dedicarono una serata a inizio autunno?e sulla precentuale mostruosa di alberghi in affito i cui proprietari campano di rendita e i cui affittuari scaricano sui lavoratori i loro oneri?ha mai preso posizione sulla gestione degli ambulanti in spiaggia?ha detto nulla sull’abolizione della tassa sui carrai e l’aumento delle rette negli asili?ha mai dato la sua solidarietà agli operai scm lasciati in cassa mentre altri simpatici alla direzione fanno gli straordinari?e sull indennita dei vigili bocciata dalla corte dei conti,ha preso posizione?e sugli affidamenti diretti di alcuni appalti?e sul discorso di un corretto compromesso fra criteri di appalto e paghe dei dipendenti di chi se li aggiudica?forse avrà risposto a tante di queste domande,forse non sarò stato attento,e lo dico senza ironia,puo darsi,ma da iscritto dico che del volemose bene a tutti i costi non m importa un c…,m interessano le proposte su alcune questioni calde che interessano la nostra città,e che come candidato sindaco dovrebbe affrontare o ribadire,se l ha gia fatto

  3. Smettere di fare queste sterili polemiche, soprattutto a primarie concluse, è quello che un alto senso della politica chiederebbe, se la politica, oggi, avesse voce in capitolo. Ci sarebbe da interrogarsi a lungo sul senso delle primarie, se i risultati sono quelli di spendersi in polemiche di questo tipo. Lo dice una persona che il Pd lo ha vissuto prima da vicino, poi, come ora, da lontano e che ancora, nonostante tuto, qualche speranza la nutre. Ho apprezzato finora la giovanile, perchè di raro l’ho vista perdersi dietro questi teatrini da spartizione di poltrone, che mette in scena chi ha potere da spartire. Voi avete l’occasione di confrontarvi con la politica senza tutto il luccichio da mania di potere con il quale è costretto a fare i conti chi è più in alto di voi. Amatela la politica, continuate a promuovere dibattiti e occasioni d’incontro. Parlate con le persone, sono la più grande scuola che possiate mai avere. Se e quando caderà il governo se voterò Pd sarà solo perchè qualcosa di buono, di vero, di ancora sano nella poltica l’ho visto, e quel qualcosa siete voi.

  4. “..ste persone non prendono neanche il voto dei loro genitori tanto che non li conosce nessuno, lascia perdere!!!”
    ” e chi se lo cagava poi a nome suo e basta??”

    E’ questo l’atteggiamento giusto?

    1. No caro Filippo, probabilmente non è l’atteggiamento giusto neanche quello, lo ammetto, ho esagerato.
      Però ti chiedo un favore a titolo personale, fa un pò di quella cosa che comunemente viene chiamata autocritica, e sono convinto che troverai chi per primo ha fatto in modo che si venisse a creare questo clima all’interno della giovanile.
      Faccio solo una precisazione ( che già era stata fatta da Mattia su fb peraltro ):
      il mio primo commento era figlio della convinzione che nessuno avesse firmato quell’articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...