Il richiamo della foresta

Torno, come detto, sul discorso di Bersani con due considerazioni, una positiva ed una negativa.

Positiva è stata la scelta di ospitare gli interventi di Jorge Burgos, esponente della Dc cilena e soprattutto, vista la situazione europea, quelli di Francois Hollande, candidato all’Eliseo per il Partito Socialista e di Sigmar Gabriel, leader della socialdemocrazia tedesca. Riportare la vita pubblica ad una dimensione internazionale e ricercare le ormai sempre più indispensabili convergenze tra partiti affini di Paesi diversi è un altro tassello utile ad uscire dal berlusconismo, autarchico come tutti i regimi. Gli interventi sono stati fortemente voluti da Bersani ed è giusto dargliene atto: si è trattato di un primo, non risolutivo ma indispensabile passo.

Negativa ed in contraddizione con la scelta precedente, però, è stata la sua proposta di un’alleanza tra progressisti e moderati: cioè, in concreto, tra Pd e Terzo Polo. In questo modo, infatti, si imboccherebbe immediatamente una direzione diversa rispetto a quella delle forze politiche invitate sul palco, che alle elezioni nei loro Paesi si presenteranno con delle alleanze comprendenti solo partiti progressisti. Noi, invece, vorremmo includere nella nostra proposta di governo anche forze come Udc e Fli che, basti questo, si riconoscono a livello europeo nella famiglia
alternativa a noi ed ai partiti Di Hollande e Gabriel: il Partito Popolare. Come si potrà allora, proseguire su quella strada che proprio Bersani ha voluto tracciare a San Giovanni, con la scelta di cui gli abbiamo riconosciuto il merito?

Del resto, questo legame cercato costantemente con i centristi rischia di metterci in difficoltà anche oggi. Certo, in questo momento di caduta della maggioranza le opposizioni devono rimanere compatte e lasciare aperta l’opzione del governo tecnico come mossa tattica. C’è però la sensazione che, in parte delle classi dirigenti del nostro partito, quella del governissimo sia proprio l’obbiettivo strategico. La strada è rischiosa per diversi motivi, due fra tutti. Primo, il Parlamento quello è e quello resta, con le Carlucci e gli Scilipoti, a cui bisognerà andare a chiedere il voto, per far passare le riforme. Va bene, diciamo che loro sono contorno, ma i voti di Scajola e Pisanu bisognerà cercarli per davvero. E non è bello. Secondo, cosa vorremmo farci, con questo ipotetico governo? Applicare la lettera della BCE? Così, secca, senza nemmeno discutere? Eppure sabato, in piazza, una cosa che si era capita dagli attacchi di Bersani a Merkel e Sarkozy era che  l’Europa non è un’entità metafisica, ma una concreta struttura mossa da volontà e scelte politiche. E allora? Adesso si prende come stella polare un testo che viene proprio da quell’Europa, peraltro da un organo nemmeno eletto democraticamente? O ne si prende una parte? E chi la sceglie? E chi la vota? Domande…

Insomma, speriamo che certi “richiami della foresta” vengano abbandonati e che arrivi presto una dichiarazione che chieda le elezioni, a cui presentarsi con le primarie per il premier e per i parlamentari. No, perché qui il voto, per ora l’hanno chiesto solo Di Pietro… e Berlusconi. Che mi pare un po’ troppo.

Annunci

Un pensiero su “Il richiamo della foresta

  1. Il tuo ragionamento e’ fine politicamente e pienamente condivisibile ma oggi l’Italia e’ in una situazione eccezionale,diversa naturalmente ma paragonabile al secondo dopoguerra o all’epoca dell’assassinio di Aldo Moro: a situazione eccezionale deve corrispondere una soluzione di governo politico (come tutti i governi) eccezionale, che duri il tempo strettamente necessario a ristabilire le “minime” pre-condizioni di normalita’. Poi ci dovra’ essere la Ricostruzione del Paese e chi avra’ piu’ tela tessera’ (ognuno al suo posto). Un abbraccio Walter

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...