Qualcuno che pensa alle carceri

Una iniziativa che credo molto positiva, quella della Ministra dell’Interno, che cerca di porre un rimedio duraturo e serio alle condizioni assurde delle carceri.

Ricordando cosa dice la costituzione, ovvero:

L’imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva.

Le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.

Non è ammessa la pena di morte.

Quella di oggi è evidentemente una situazione antidemocratica e civile, e se ne parlava da tempo, infatti anche Giorgio l’ha ricordato più volte come un emergenza da risolvere. Finalmente si fa un azione seria, e dispiace dirlo, ma c’è voluto un governo di cittadini non-politici di carriera, con una Ministra che insediatasi ha detto qual’era l’urgenza, e subito ha lavorato per risolverla.

Poi come sempre, c’è chi sostiene le iniziative intelligenti e chi “ogni scusa è buona per far propaganda sulla pelle delle persone”.

Annunci

Un pensiero su “Qualcuno che pensa alle carceri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...