Le 5 cose da fare e non fare se diventi segretario comunale

Evitando i superflui endorsement per la prossima nomina a segretario comunale di Rimini, evitando le varie telefonate del tipo “ricordati degli amici”, mi piaceva l’idea di scrivere però 5 cose che secondo me andrebbero fatte, e altre 5 da evitare, dal futuro segretario comunale di Rimini. Sinteticamente, al meno lo spero, il nuovo segretario non dovrà:

1) cullarsi sull’età, 22 anni sono risorsa importante e positiva… ma non si è giovani per sempre. Giovani sono e devono essere invece le idee, gli strumenti e i mezzi che utilizzerà.

2) evitare le frasi fatte… gli slogan sono finiti, o devono finire, con la fine di Berlusconi.

3) non dovrà mai dire che “si fa così, perchè si è sempre fatto così”. Proprio perchè si è sempre fatto così, sbagliando, non solo è ora di cambiare… è giusto.

4) non chiudersi nelle stanze di partito. Per quanto importante sia il Pd o il centro-sinistra il suo primo interesse dovrà essere la città, perchè, e mi tocca citare Bersani, “il nostro interesse è il Paese”

5) perdere la passione per la politica. Senza non si può fare politica, anzi diventa proprio pericoloso

Per non essere solo negativo, un nuovo segretario, in positivo, dovrà anche:

1) essere un segretario con coraggio, con un rapporto nuovo e innovativo con la città. Certo la carica di segretario comporterà un obbligo di confronto con le altre forze politiche. Andrà fatto ma nella consapevolezza che le appartenenze partitiche sono ormai deboli, che la società si organizza ormai anche in altri modi, che la città è molto più frastagliata nei suoi interessi e dinamica nelle sue espressioni

2) dovrà saper leggere bene l’economia di Rimini. Come segretario non potrà fare moltissimo ma dovrà essere impegnato ad interpretare le difficoltà che il nostro territorio presenta. Dovrà farlo con innovazione, ispirato dalla volontà di superare alcune incrostazioni corporative che esistono. La concertazione dovrà essere la cifra della sua segreteria, una concertazione fatta però con chi si muove nell’interesse generale e non solo verso i propri, legittimi, interessi particolari.

3) dovrà confrontarsi con tutti continuamente. A cominciare da chi non la pensa come lui, o da chi fa fatica a fidarsi di un partito. Dovrà recuperare una fiducia che da tanti anni abbiamo perso. Dovrà avere una comprensione attenta e sincera in primis nei confronti di chi si impegna verso una società più giusta e più equa.

4) dovrà cercare e facilitare il dibattito al nostro interno, senza paura. Rivitalizzare i circoli, la nostra base, facendola lavorare e discutere. Formandola, perchè altrimenti si casca sempre nelle chiacchere da bar. La pluralità è la nostra ricchezza, sempre che non sia in malafede, e alcune volte purtroppo lo è stata. Dovrà essere spietato con chi gli chiederà poltrone… ci si confronta sulle idee e sulla politica, quella vera, e non più sulle persone.

5) dovrà essere attento alle criticità del nostro territorio, dai lavoratori stagionali ai giovani, dalle situazioni di crisi economica alla situazione dei migranti. E’ proprio nei confronti degli ultimi che la nostra attenzione deve andare continuamente, superando un certo lassismo che purtroppo ereditiamo.

Scritto così è tutto molto semplice, a farlo è diverso. Penso che Berlini sia la persona adatta ad iniziare questo percorso. Non si cambia tutto in un giorno, occorre partire, e partire bene, ma per farlo occorre avere una formazione e delle capacità che Federico ha e che dimostrerà sicuramente. Evitando la retorica dei complimenti (giusti e meritati) ne faccio solo uno, per una caratteristica molto importante per guidare un partito che non è per niente comune: un’attitudine naturale a superare i contrasti e a non esasperarli mai.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...